Consulenza creativa in progetti di logo design, identità aziendale, web e multimedia

Realizziamo solo siti internet usabili, con le caratteristiche necessarie per un buon posizionamento e con design unico

Realizzazione e posizionamento siti internet, usabili e ben posizionati. Base a Roma - Formello

La ricetta segretissima per siti di successo.

E non è vero, spiacenti. Non ci sono segreti ma solo un buon bagaglio di esperienza e di conoscenze che si aggiornano di continuo. Per spiegare meglio le dinamiche che portano a realizzare siti usabili dagli utenti e con un buon posizionamento facciamo un piccolo esempio...
Azienda committente: G.B.F.T. di Gennaro C.
Campo di attività: produzione e commercio cavatappi.

Scegliere il nome a dominio del sito

Il nome del dominio è importante sia per il posizionamento sia per fissare il ricordo nella mente di un potenziale cliente. Un buon nome a dominio del sito, coerente con il campo di attività non è tutto ma è sicuramente un buon inizio per agevolare il posizionamento. Sarà preferibile un www.cavatappigennaro.it piuttosto che gbft.it

Scegliere titoli appropriati per motori di ricerca e utenti

Nomi delle pagine, title, titoli principali, sottotitoli assumono una certa importanza per gli utenti, orientandoli e mostrando subito la gerarchia dei contenuti e anche per una corretta indicizzazione da parte dei motori di ricerca.

Il testo è importante per motori di ricerca e visitatori

Per dotare il sito di argomenti interessanti abbiamo bisogno una full immersion nel mondo dei cavatappi, dei tappi e delle bottiglie. Il nostro compito sarà leggere, studiare, guardare, metabolizzare e infine scrivere contenuti interessati per gli appassionati di cavatappi. La pagina di ricerca di Google (google web) mostra in primis contenuti testuali: se non trova i nostri troverà quelli di qualcun altro. Se in rete vi imbattete in testi non redatti per il Seo, brevissimi, criptici, sgrammaticati, rubati da altri siti sappiate che non sono proprio opera nostra.

La velocità di apertura del sito e delle pagine web

Sappiamo bene che chi cerca un cavatappi non necessariamente ha tempo da perdere e la concorrenza è sempre agguerrita. Figurarsi se utilizza uno smartphone o un tablet. Misuriamo la velocità di apertura delle pagine e ci accorgiamo che il risultato non ci soddisfa. Quindi procediamo ai necessari aggiustamenti: dobbiamo eliminare tutta la zavorra in termini di peso fino a raggiungere un compromesso accettabile.

Caratterizzare i propri prodotti o servizi

Frittole è la patria del cavatappi: ci sono ben 147 artigiani che ne producono e vendono. E’ necessario uno sforzo per dare una forte identità al prodotto. Il signor Gennaro C. è l’unico che incide le iniziali del cliente sull’oggetto rendendolo unico e irripetibile. Ci siamo accorti che aveva dimenticato di dirlo a tutti.

Un sito facile da navigare

La nostra esperienza nella realizzazione di siti usabili ci porta a credere fermamente che un appassionato di cavatappi una volta approdato nel contenitore della sua passione cerchi nel sito il modo di trovare velocemente ciò che lo interessa. Nelle nostre realizzazioni il menu e i contatti sono sempre in evidenza, la successione dei contenuti è logica ed esposta chiaramente. Non fatemi pensare, datemi subito ciò che mi occorre!

Dare il nome appropriato alle immagini

Tutti sappiamo che la ricerca su Google restituisce anche risultati per immagini. Google legge benissimo il nome appropriato delle immagini e le indicizza.

Io penso che… (Ma solo le statistiche ci dicono se un’intuizione è giusta o sbagliata)

L’ego a volte porta a commettere il classico errore: io-penso-che oppure a-me-piace-così. Sul sito abbiamo inserito una pagina su: “evoluzione-delle-civiltà-precolombiane-in-assenza-del-cavaturaccioli” pensando che sarebbe stata una punta di diamante del sito. Invece gli strumenti di Google Analytics ci hanno informato la pagina non era visitata e anzi produceva fughe precipitose. Google Analytics offre una mole enorme di dati statistici che permettono di aggiustare il tiro… noi li usiamo.

Sulle prime pagine di Google?

Le cose sono state fatte per bene e il numero di competitor sui cavatappi si aggira sui 400.000. Il sito del signor Gennaro ha le caratteristiche necessarie per un buon posizionamento e un risultato soddisfacente dovrebbe essere raggiunto in tempi accettabili. Il nocciolo della questione è proprio all’inizio di questo periodo: le cose fatte per bene. Alcuni imprenditori chiedono di posizionare il sito dimenticando che viene premiato solo chi applica le regole. A volte per agevolare il posizionamento è necessario ripartire da zero, rifare tutto daccapo. Il discorso è davvero molto ampio, sono tanti i fattori che influenzano il posizionamento e cose ben fatte a volte possono poco contro competitor che mettono in campo forze clamorose. Questo è un altro nodo focale della faccenda. Sembra una affermazione banale ma è meglio porsi obbiettivi oggettivamente raggiungibili che imbarcarsi in imprese disperate e destinate all’oblio.

Social media

Il mantenimento di uno o più  profili social strettamente legati al proprio core business è semplicemente un impegno che richiede costanza e visione. La produzione di post originali e correlati che raccontino storie coinvolgenti (storytelling) in forma di foto, testi e video richiede abilità che non necessariamente sono le stesse che si utilizzano per un profilo personale. Possiamo aiutarvi a sviluppare la diffusione e la reputazione del vostro brand anche attraverso questi strumenti.